MEMORY FOAM: dalla NASA ai nostri piedi

Che cos’è il Memory Foam e come è applicato nel mondo delle scarpe

Memory Foam: chi negli ultimi anni avesse deciso di acquistare un nuovo materasso avrà sicuramente sentito parlare di questo innovativo materiale di uso sempre più comune. Non è così risaputo, tuttavia, che oltre ad essere un ottimo alleato del “buon riposo”, il Memory Foam è anche un grande amico del “camminare comodo”.

Scarpe sportive, eleganti, pantofole e ciabatte, è ormai una caratteristica sempre più richiesta che all’interno di sottopiedi e solette (o insoles per chi tra noi si sentisse più British) sia presente un’imbottitura in questo nuovo materiale morbido ed elastico. Ma quali sono, quindi, le caratteristiche delle solette in Memory Foam e cosa si intende quando si nomina questa tecnologia?

Inventato dalla NASA per garantire un massimo comfort all’interno di astronavi e navicelle, il Memory Foam è una schiuma poliuretanica viscoelastica. Per chi non lavorasse alla NASA, è sufficiente sapere che si tratta di un composto in grado di deformarsi con peso e temperatura ma che, terminato lo sforzo, riacquisisce la forma originale (dal buon vecchio Inglese: Memory = memoria, Foam = schiuma).

Oltre che sulla Luna questa particolare imbottitura, diventata negli anni sempre più interessante, è poi sbarcata anche nelle nostre case all’interno di cuscini, letti e, se abbiamo fatto i giusti acquisti, nelle nostre scarpe. Direttamente dallo spazio ai nostri piedi.

Le solette imbottite in Memory Foam sono quindi in grado di modellarsi rispetto alla pressione che i nostri piedi applicano camminando, e non solo. In base ai punti di maggiore appoggio e dove quindi la temperatura corporea aumenta, il sottopiede in schiuma di Memory reagisce in modo ancora diverso, applicando una deformazione più accentuata che avvolge il piede. Il risultato finale è quello di un sostegno completo e personalizzato in base a ciò che la nostra camminata richiede.

Inoltre, la composizione elastica, grazie alla quale l’appellativo “Memory”, permette al materiale di mantenere l’impronta acquisita “ricordandola” e di ritornare alla forma originale solo dopo alcuni secondi. Questo significa che, dopo pochi passi, con una calzatura con soletta in Memory Foam staremo camminando su un appoggio completamente strutturato ed adattato al nostro piede, diverso per ognuno di noi fruitori.

Non sono state poi ancora citate le caratteristiche relative alla composizione in schiuma, “Foam”: una base morbida, accogliente e che diminuisce lo shock dell’impatto al suolo durante l’appoggio.

Riassumendo, per chi è alla ricerca di una scarpa comoda in grado di dare il giusto sostegno alla colonna vertebrale, valido aiuto anche per la prevenzione di antipatiche tendiniti, talloniti o di un semplice mal di schiena, le solette in Memory Foam sono il dettaglio che può fare la differenza.

La gamma di prodotti scarpe, sandali e ciabatte Meneghelli, marchio Florance per donna e Robert per uomo, contiene il Memory Foam sia in modelli con sottopiede estraibile che non. Curiosate sul nostro catalogo, potreste trovare qualcosa di interessante.

Insomma, dopo questa breve presentazione di un materiale che ogni giorno acquista più fama, non resta che augurare un: “Provare per credere!”

Se voleste saperne di più, o chiedere che venga approfondito un diverso argomento, la nostra News Letter è come sempre a completa disposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *